Cosa pensa uno stagista? Ecco le loro incredibili avventure!


Molte organizzazioni non profit hanno una stagista. A volte hanno DEGLI stagisti. Altre volte, troppo spesso a mio parere, hanno TROPPI stagisti. I quali per lo più vengono intesi come “forza lavoro non qualificatissima ma comunque gratuita”. Il ragionamento sembra ovvio: il ragazzo vuole imparare, e noi gli facciamo vedere qualcosina… cosa volere di più?

Spesso però si dimentica il lato umano dello stagista. Il fatto cioè che “il ragazzo senza esperienza” ha spesso una laurea (quando non due o un master), rimane comunque in ufficio otto ore al giorno invece che cercare un normale lavoro, vorrebbe imparare un po’ più del compito (spesso ripetitivo e staccato dal resto dell’ufficio) che svolge.

Bene, per sapere cosa pensano davvero gli stagisti c’è un rimedio: dedicarsi alla lettura di The fabulous adventures of an eternal intern.

Nato dall’idea della mia cara amica Elena (che vi ho già presentato sulle pagine di questo blog), The fabulous adventures of an eternal intern raccoglie le testimonianze sue e di altri stagisti su questo eterno limbo che è lo stage.

Emozionatevi con l’annuncio di uno stage pagato… nel senso che lo stagista deve pagare per farlo. Commuovetevi di fronte ad una mail che annuncia di non essere stati ammessi ad uno stage… per cui non si aveva fatto domanda. E infine, sorridete (ma anche un po’ piangete) quando ad uno dei protagonisti al termine di uno stage viene offerto… un altro stage!

Ho trovato l’idea di Elena bellissima… tanto da diventare uno dei contributori di quello che secondo me può diventare un’ottima raccolta di testimonianze di stagisti e giovani al primo impiego.

Consiglio caldamente la lettura di questo blog. Non tanto ai giovani fundraiser (a loro consiglio di diventare contributori: sul sito tutte le info), ma a tutti quei dirigenti di aziende non profit che abitualmente hanno uno stagista in ufficio. Soprattutto perché, smentitemi se sbaglio, nella mia esperienza ho notato che coloro che cercano stagisti di solito uno stage non l’hanno mai fatto.

Questo blog potrebbe essere una buona base di partenza per farsi un’idea.

Per ora è tutto.

La prossima puntata sarà: i consigli alle organizzazioni non profit su come prendere uno stagista da parte di un ex stagista (il sottoscritto, per l’appunto😉 ).

2 Pensieri su &Idquo;Cosa pensa uno stagista? Ecco le loro incredibili avventure!

  1. Mi ricordo nel 2001 stage all’american italian cancer foundation, fatto dopo 3 anni di studi nel diploma universitario sul nonprofit a forli. Mi misero subito, e sottolineo subito, a gestire insieme a loro alcune parti del gala di raccolta fondi (raccolsero se non erro 2 milioni di dollari in una sera di gala), a parlare al telefono con i donatori (che donavano oggetti da mettere all’asta al gala).
    Non ero specializzato in fundraising, ma hanno subito avuto fiducia in me.
    In Italia invece ho sentito sia negli anni di studente che ora in quelli di formatore troppe storie di stagisti sfruttatti ma anche dall’altra parte di stagisti non all’altezza del compito assegnato.
    In Italia purtroppo si è trasformato spesso lo stagista in un tappabuchi aziendale, così come il servizio civile volontario è diventato spesso un lavoro a basso costo per l’onp e a basso stipendio per il “volontario”.

  2. nel prossimo posto parlerò anche dek mio stage in Canada… e anche lì sono stato trattato più che bene.
    Il tema del servizio civile, che sottelinei, è altrettanto scottante: ho sentito sia di persone a cui non veniva dato nulla da fare, si di altri che lavoravano praticamente full time.
    Evidentemente le aziende (non solo non profit) italiane non sempre hanno capito che il personale è un investimento. Ciao!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...