Charity Water: e sei subito coinvolto


Oggi inauguro una nuova serie di post dedicata ai siti delle organizzazioni non profit, dove andrò a dare un’occhiata ad alcuni siti cercando di evidenziare le idee migliori e le best pratices.

La prima organizzazione a essere messa sotto i ferri è Charity: Water. Nata nel 2006 per volontà del suo fondatore Scott Harrison, l’organizzazione (chiarissima fin dal nome) si occupa di progetti idrici nel sud del mondo.

Il sito è un piccolo capolavoro: chiarezza della mission, immagini piene di pathos, coinvolgimento del navigatore/sostenitore.

Il tutto a partire dalla home page: poche informazioni (chi siamo, cosa facciamo, come puoi aiutarci), una bella foto in evidenza che chiarisce ulteriormente la mission e mostra i beneficiari, una grafica semplice ma curata, i principali social network in bella vista.

3 cose mi hanno particolarmente colpito; il pulsante “donate” in rosso, visibile ma non aggressivo, la newsletter subito in bella mostra e il link ad un video della CNN e uno della ABC (in fondo a sinistra) che trattano della ONP, in modo da avere un parere esterno autorevole.

Passiamo alle pagine interne; tra quelle che vi consiglio di visitare, c’è sicuramente quella dedicata allo staff. Nei siti italiani di solito o questa sezione manca, oppure viene fatto un semplice elenco di nomi e cariche, spesso senza un numero di telefono o una mail per contattarli. Qui invece hanno messo le foto del personale (tutte in tema “acquatico”), una descrizione del loro compito, una breve biografia e, per poterli seguire… un link al loro account Twitter! come a dire “vi facciamo vedere quello che facciamo durante la giornata: teniamoci in contatto!”.

A proposito di contatti… interessante notare che nella pagina dedicata, oltre al classico indirizzo, numero di telefono e e-mail troviamo… tutti i social network dove sono presenti: e come potete vedere sono davvero tanti!

Un ragionamento più che azzeccato: i social network non devono essere intesi come una pubblicità gratuita o come uno modo per avere “più spazio” su internet, bensì come uno strumento per tenere i contatti con i sostenitori. Più che giusto quindi inserirli nella pagina dei contatti.

E a voi il sito come sembra?

2 Pensieri su &Idquo;Charity Water: e sei subito coinvolto

  1. Alberto, sulle foto dello staff hai ragiona al 100%, non capisco perchè le onp italiane non lo mettono, troppo turnover? non so, al di là degli scherzi credo sia bello far vedere chi raccoglie e gestisce le donazioni

  2. beh, immaginavo fossi d’accordo: è una delle cose che ho imparato da te😉
    sicuramente è dovuto anche al turnover (che rappresenta un grave problema: come si fa a “sentire” la causa se ti fanno contratti di due mesi?), ma credo sia anche dovuto alla tendenza italiana di NON volere contatti con il donatore.
    Io sono un’opn, faccio un lavoro per gli altri e per questo (indipendentemente da chi sono e come faccio il mio lavoro) tu di devi fidare e mi DEVI aiutare. punto.
    ma siamo che nel fundraising la parola “devi” sia efficace?
    Un saluto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...